Io e la cucina?

Come costruire un’abitudine in cucina

Hai mai detto “Dovrei davvero imparare a cucinare” ma non ce la fai ancora a farlo?

Non sei solo.

Milioni di persone lottano costantemente con lo stesso problema.

Se sei stato un cliente abituale qui a Summer Tomato e hai letto il libro di Darya, sai già che cucinare fa bene. E se non cucini già regolarmente, probabilmente vorrai imparare.

Forse hai provato a seguire le ricette o sei persino andato a uno o due corsi di cucina, ma non riesci a capirlo.

Questo è il problema che ci siamo proposti di risolvere più di un anno fa a Feast e, dopo aver lavorato con migliaia di persone per capire perché non possono imparare a cucinare, abbiamo scoperto molte cose sul vero problema.

Ora abbiamo un’idea eccellente del motivo per cui costantemente non riesci a raggiungere il tuo obiettivo di cucinare e di cosa puoi fare per apportare finalmente il cambiamento nella tua vita.

Ma prima parliamo di cosa significa “imparare a cucinare”. È diverso per tutti. Prenditi un secondo e pensa alla risposta a questa domanda:

Красивый мужчина готовит завтрак на кухне | Бесплатно Фото

A che punto avrai ufficialmente raggiunto il tuo obiettivo di imparare a cucinare?

È quando puoi cucinare per grandi gruppi?

È quando diventi uno chef?

Hai bisogno di aprire il tuo panificio?

Devi essere in grado di cucinare qualcosa di veramente stravagante?

Per la maggior parte di voi la risposta a tutte queste domande è probabilmente “no”.

No … non è necessario essere uno chef, replicare ciò che vedi su Food Network o avviare un’attività per considerarti un cuoco.

La maggior parte dei nostri studenti scopre che quello che vogliono è molto più semplice. Vogliono:

  • Nutrirsi regolarmente senza stressarsi
  • Apri il frigorifero, guarda ingredienti a caso e prepara un pasto sano
  • Mangia e ordina in meno
  • Stare semplicemente a proprio agio nella propria cucina

Il che significa che quello che stanno cercando non è “imparare a cucinare” e più su …

Sviluppare l’abitudine di cucinare

Per essere un cuoco, devi solo farlo regolarmente. Questo è tutto! Semplice, vero?

Che cos’è? Non così semplice? Vero. Cucinare ogni giorno non è più facile che costruire qualsiasi altra abitudine, non importa quanto sia buona per te.

Ma c’è una ragione molto semplice per cui non sei riuscito a creare l’abitudine.

No, non è perché sei troppo pigro per fare la spesa, odi lavare i piatti, non hai tempo o perché non sei un “naturale”. Sono tutte scuse che nascondono la vera causa.

È la stessa causa che rende così difficile entrare in una routine di allenamento, uso del filo interdentale, lettura, svegliarsi prima e praticamente qualsiasi altra abitudine che avresti voluto assumere:

Stai facendo troppo.

Ogni volta che vogliamo adottare un nuovo stile di vita, è molto forte la tentazione di provare a entrare con entrambi i piedi. Cerchiamo di correre 5 miglia ogni giorno, proviamo a passare il filo interdentale ogni mattina, vogliamo leggere 3 capitoli o scrivere un post completo sul blog. E per cucinare, cerchiamo di cucinare ogni volta la ricetta perfetta.

Pensa a ogni volta che hai provato a cucinare in passato. Hai appena montato quello che avevi in ​​giro o hai impiegato 20 minuti a cercare una ricetta, 40 minuti a comprare gli ingredienti, un’ora a cucinarli e altri 15 minuti a ripulire? Non c’è da meravigliarsi se ti sei arreso così in fretta.

E se invece di correre 5 miglia, inizi semplicemente a indossare le scarpe da corsa ogni giorno. Ecco fatto, ti svegli, metti le scarpe e il gioco è fatto.

E se al mattino passassi il filo interdentale su un dente invece di tutta la griglia. Abbastanza fattibile, vero?

Forse potresti leggere una pagina o scrivere per 5 minuti prima di andare a letto.

Per cucinare, al Feast Bootcamp diciamo ai nostri studenti di mettere una padella sul fornello quando varcano la porta. Ecco fatto, non devi ancora cucinare o mettere nulla nella padella. Basta estrarlo e metterlo sul fornello ogni giorno.

Questa è la cosiddetta “piccola abitudine”, una frase coniata da BJ Fogg, uno degli psicologi oggi più rispettati concentrati sul cambiamento del comportamento.

L’idea è semplice quanto la sua pratica. Iniziando in modo incredibilmente piccolo e facendo quella piccola abitudine ogni giorno, puoi costruire le basi per un’abitudine.

Inizierai a cucinare dopo che si è formata l’abitudine non perché ti sei costretto a cucinare, ma perché ti sentirai così ansioso di fare finalmente qualcosa con quella dannata padella invece di metterla sul fuoco. L’attività inizierà a trascinarti dentro invece di dover spingere dentro.

Il processo di costruzione delle abitudini

Ecco il processo di base che puoi applicare per costruire qualsiasi abitudine nella tua vita quotidiana.

1. Identifica un trigger

Il grilletto potrebbe essere qualcosa come chiudere la porta. Ricordi nei film quando un personaggio viene ipnotizzato e il suono di una campana gli fa pensare di essere un cane? Questo è essenzialmente quello che stai facendo qui, ma in un modo più pratico. Quando chiudi quella porta, si attiverà la routine e la parte del cervello responsabile delle abitudini prenderà il sopravvento.

2. Cambia la routine

Metti la padella sul fuoco. Ogni giorno. Questo è tutto. Alla fine la tua routine sarà quella di mettere la padella sul fuoco, aggiungere un po ‘d’olio, tagliare a cubetti le verdure e iniziare a soffriggere come un capo. Ma per ora, limitati alla padella.

Родители готовят завтрак для дочери | Бесплатно Фото

3. Rafforza con una ricompensa

Per rafforzare l’abitudine, il tuo cervello deve pensare che qualunque cosa tu stia facendo sia buona. Puoi farlo ricompensando te stesso. Nel suo libro The Power of Habit , Charles Duhigg consiglia di sperimentare ricompense diverse per capire cosa sta effettivamente guidando le tue abitudini esistenti. Se stai mangiando fuori potrebbe essere perché ti piace l’interazione sociale, quindi la tua ricompensa per aver messo la padella sul fornello potrebbe essere chiamare un amico. Forse ti piace solo spendere soldi, quindi vai online e ordina della spesa. Forse tendi ad avere dei buoni dessert quando mangi fuori, quindi fai uno spuntino delizioso come ricompensa. Se non riesci a trovare la ricompensa perfetta, anche qualcosa di semplice come ballare o urlare “WOO HOO!” ad alta voce farà il trucco.

Mantieni la tua semplice abitudine per circa una settimana e poi inizia ad aggiungere i passaggi successivi alla tua routine.

Una volta creata con successo l’abitudine, cucinare non richiederà più molta forza di volontà, avverrà in modo naturale. La tua mente sarà addestrata a fare della cucina la risposta alla tua fame. Lo stress svanirà e sarai sulla buona strada per vivere la vita sana e felice di un cuoco.