3 motivi per un piano alimentare + una guida rapida per iniziare

25 Set di Alberto

3 motivi per un piano alimentare + una guida rapida per iniziare

3 motivi per scegliere il piano pasti + una guida rapida per iniziare

Quando ho iniziato a cucinare, poco più che ventenne, trascorrevo un sacco di tempo a pianificare i miei pasti ogni settimana. Studiavo libri di cucina e riviste e scrivevo lunghe liste della spesa. In realtà mi è piaciuto in un modo divertente, ma quando la vita si è fatta più impegnativa, la mia abitudine di pianificare i pasti è stata una delle vittime.

Mi sono ritrovato a cadere nella trappola di prendere qualcosa mentre tornavo a casa dal lavoro o, più spesso di quanto vorrei ammettere, di prendere qualcosa da asporto o di andare al ristorante.

Nel tempo, mi sono reso conto che avere una sorta di programma e fare acquisti settimanali non era solo meglio per il mio girovita, ma anche più facile per il mio portafoglio. Ma la scoperta migliore è stata che la pianificazione dei pasti non doveva richiedere così tanto tempo come avevo pensato inizialmente.

In questi giorni dedico solo pochi minuti alla settimana alla pianificazione dei pasti. Non sto scherzando.

Prima di condividere come puoi iniziare a pianificare i tuoi pasti in questo modo, diamo uno sguardo ad alcuni dei vantaggi della pianificazione dei pasti …

План питания для сушки

3 motivi per pianificare i pasti

1. Aumenta le tue probabilità di cucinare a casa

Sono sicuro che Darya sarà d’accordo, cucinare per te stesso è uno dei più grandi cambiamenti nel migliorare il tuo stile di salute. Avere gli ingredienti di cui hai bisogno e un’idea di cosa fare con quegli ingredienti rende molto, molto più facile cucinare quando sei stanco alla fine di una lunga giornata.

2. Varietà

Una cosa che ho notato quando ho seguito la mia pianificazione non alimentare “Dark Ages” è stata che quando cucinavo, continuavo a fare le stesse vecchie cose. Portare attenzione e concentrazione a lungo termine sui pasti è un ottimo modo per iniettare nuove idee.

3. Riduci gli sprechi e risparmia denaro

Avere un programma alimentare che funzioni per te significa che ogni settimana comprerai la giusta quantità e i tipi di cibo e li utilizzerai effettivamente. Quindi avrai meno probabilità di buttare via “verdura andata a male” alla fine della settimana. Entrambi si traducono in più dollari in tasca.

6 passaggi per iniziare la pianificazione dei pasti

1. Scegli il metodo di pianificazione migliore per te

È molto probabile che i piani alimentari falliscano quando non offrono una flessibilità sufficiente per adattarsi alla tua situazione. Se vuoi godere dei vantaggi della pianificazione dei pasti, è importante sapere quale tipo di piano alimentare sarà il migliore per te.

Esistono tre metodi principali per la pianificazione dei pasti:

Il piano alimentare fai-da-te

Questo è probabilmente ciò a cui pensi quando senti il ​​termine programma alimentare. Scegli una serie di ricette, scrivi una lista della spesa dettagliata e il gioco è fatto. Puoi farlo manualmente o trovare un’app che ti piace.

Il programma alimentare fatto per te

Se ami l’outsourcing, questa potrebbe essere la soluzione migliore. Fondamentalmente qualcun altro fornisce le ricette e la lista della spesa, quindi tutto ciò che devi fare è acquistare gli ingredienti e cucinare i pasti.

Il piano alimentare “inverso”

Anche se di tanto in tanto utilizzo le prime due opzioni, il metodo “inverso” è il mio preferito perché mi dà la libertà di scegliere cosa acquistare in base a ciò che è disponibile e ha un aspetto migliore al mercato degli agricoltori ogni settimana.

/ p>

In questo metodo invertiamo il processo di pianificazione del pasto acquistando prima gli ingredienti e decidendo cosa cucinare in seguito.

Potrebbe sembrare un po ‘avanzato, ma anche i cuochi meno esperti possono utilizzare questo metodo se “acquistano prima e Google dopo”.

Il segreto per far funzionare questo metodo è imparare la giusta quantità di cibo da acquistare e ottenere un buon mix di ingredienti da cui poter preparare pasti veri e propri. Vedi il passaggio 2 per ulteriori informazioni su questo.

Dovrei menzionare che puoi sempre utilizzare una combinazione dei metodi sopra. Quindi per alcune notti potresti pianificare pasti specifici e poi scegliere di abbinarlo al piano alimentare inverso per le altre. Per la maggior parte delle persone, un approccio combinato è il migliore.

2. Calcola di quanto cibo hai bisogno

Se stai utilizzando ricette e una lista della spesa, questo è già stato fatto. Ma se sei un avventuroso “invertitore” della pianificazione del pasto, questo passaggio richiede qualche riflessione.

Prima di tutto calcola per quanti pasti stai acquistando e il numero di persone. Quindi consentire un tipo di proteina o un evento principale (ad es. Una porzione di lenticchie) per pasto e 1-2 verdure. Quindi faccio il totale in modo che la mia lista della spesa sia “x” tipi di proteine ​​e “y” tipi di verdura.

È utile annotarlo le prime volte. Ma dopo un po ‘avrai un’idea di quanto cibo hai bisogno ogni settimana e difficilmente dovrai pensarci.

Di solito faccio affidamento sulla mia dispensa per qualsiasi carboidrato come lenticchie, quinoa o patate. A seconda di cosa ti piace mangiare, potresti dover aggiungere un amido alla tua lista per ogni pasto.

La cosa importante da ricordare è che questa è solo una linea guida per farti pensare nella giusta direzione. Fidati del tuo giudizio su quale sarà la giusta quantità di cibo per la tua situazione.

3. Inizia in piccolo

Come per qualsiasi grande cambiamento nella tua vita, è importante fare piccoli passi e rendere il più facile possibile il tuo successo. La cosa fondamentale è ottenere alcune piccole vittorie o “punti luminosi” il prima possibile per mantenerti motivato a mantenere la rotta.

4. Consenti uno o due “caratteri jolly”

La vita moderna può essere imprevedibile, quindi trovo che il modo migliore per farcela è anticipare e pianificare le modifiche al tuo programma e al tuo programma alimentare. Quindi, se pensi di essere a casa quattro notti la prossima settimana, ti consiglio di pianificare e acquistare per tre notti e poi di avere un “jolly” o un buffer per l’altra notte.

Per me i migliori jolly sono i pasti a base di ingredienti che si terranno nella dispensa o nel congelatore a tempo indeterminato come la zuppa di piselli e pesto qui sotto. O piatti pronti conservati nel congelatore come il tuo curry e riso preferiti.

5. Fai shopping

Tutta questa pianificazione è buona, ma abbiamo davvero bisogno di portare del cibo nella tua cucina per fare un vero cambiamento. Una delle mie più importanti abitudini salutari è andare al mercato degli agricoltori ogni settimana e fare la spesa al supermercato per i prodotti di base una volta ogni due settimane.

6. Rivedi e modifica secondo necessità

La pianificazione dei pasti è un processo dinamico che cambia con te, quindi devi essere consapevole di ciò che funziona e, cosa più importante, identificare eventuali problemi e trovare un modo per aggirarli.

Zuppa di piselli e pesto

pea pesto soup

I piselli surgelati sono davvero uno dei migliori ingredienti della dispensa (o del congelatore). Mi piace il fatto che non richiedono alcuna preparazione e possono effettivamente avere un sapore migliore dei piselli freschi.

Resa: 2 porzioni
Tempo: 10 minuti

Ingredienti :

1 libbra (500 g) di piselli surgelati
2-4 cucchiai di pesto

Preparazione :

1. Porta a ebollizione 2 tazze e mezzo di acqua in una pentola media.

2. Aggiungere i piselli e cuocere a fuoco lento per 5 minuti o finché i piselli sono caldi e teneri.

3. Frullare con un frullatore a immersione. Mescolare un po ‘di pesto, assaggiare e aggiungere altro se lo si desidera. Condire con sale e pepe.

Pesto fatto in casa – sbatti le foglie di 1 mazzetto di basilico in un robot da cucina con 1 manciata di parmigiano grattugiato, 1 manciata di pinoli e 2 spicchi d’aglio. Aggiungi abbastanza olio extravergine di oliva per fare una pasta grossa – circa 1/2 tazza o meno. Condite bene con sale e pepe.

Vegano / senza latticini : sostituisci il pesto con una grossa manciata di foglie di basilico sminuzzate o prepara il tuo pesto usando la ricetta veloce sopra, ma sostituisci il parmigiano con anacardi arrostiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *